Blogario

Clara Raimondi

Un pomeriggio da lettore: scoperte letterarie e non solo

02052013131826_sm_3927

Mi capita di essere invitata ad un evento fashion a Roma (leggi Vita da Blogger Cap. 2: le presentazioni) e di partire con così tanto anticipo da avere tutto il tempo di andare a zonzo per il quartiere in cui, in teoria, dovrebbe tenersi la presentazione.

 

Parlo così per cognizione di causa. Ho il senso di orientamento di una talpa e ho avuto grossi problemi, credetemi, anche a ritrovare la strada di casa.
Ma andiamo oltre, siamo qui per scoprire quello che sono riuscita a combinare in un pomeriggio, giusto?

Scendo alla metro Cipro e grazie all’aiuto di un signore molto gentile e paziente riesco ad arrivare sulla via riportata nell’invito. Bene, direte voi, e no (vi dico io) perché devo ancora trovare l’indirizzo esatto ma mi sono presentata con così largo anticipo che avrei addirittura il tempo di tornare a casa e ripresentarmi e sarei sempre in tempo. Il fatto poi di non sapere usare il navigatore del telefonino non aiuta.

Ormai é andata così, devo impiegare il mio tempo in modo costruttivo e guidata solo dal mio istinto e dai tacchi (bassi) vado in giro per il quartiere. E così scopro un mondo :  negozi di antichità che espongono mobili che sembrano opere d’arte, piccole osterie, l’edicola all’angolo e sono appena all’inizio della mia esplorazione!

Che cosa fa un lettore durante la pausa pranzo o appena ha un minuto libero? Va alla ricerca di una libreria. Come un cane da tartufo anche quando si trova in una città che non conosce sa che il suo istinto lo porterà sempre nel posto giusto: un piccola libreria da girare con calma e nella quale, magari, trovare qualcosa si interessante.

E’ quello che é successo, perché superata l’edicola dell’angolo mi sono trovata di fronte alla Casa del Fumetto.
Per chi non la conoscesse ci troviamo davanti al tempio dell’immaginazione, un’istituzione aperta dal 1970 nella quale potete trovare di tutto: dai manga, ai graphic novel, ai numeri speciali come quello celebrativo di V per Vendetta delle premiata ditta Lloyd & Moore ed Il fantasma del Louvre di Enki Bilal.

Ho avuto tutto il tempo di girare e di sfogliare i volumi senza essere disturbata dal commesso di turno che deve consigliarti l’ultima uscita che non devi perdere. Non so che cosa avranno pensato di me, visto che ero tirata al lucido come un’invitata ad un prima…

Continuo il mio giro e proprio di fronte trovo un altro negozio di arredamento e complementi d’arredo. Questa volta (é proprio il caso di dirlo) il mio fiuto non mi tradisce: il negozio é il tempio della candele Yankee Candles, il complemento perfetto per un pomeriggio di rilassanti letture.

La mia scelta ricade su Clean Cotton e Sea Side Walk ed in quel momento preciso non riuscivo a pensare a nient’altro che al primo pomeriggio di pausa dal lavoro.

Sapete già come é andata ma questo non mi fa perdere la speranza. Non vedo l’ora di intraprendere un’altra battuta letteraria e di portarvi con me.
Quali sono le vostre scoperte del periodo?

© Riproduzione Riservata
Tags

Clara Raimondi

Cresciuta tra le storie inventate da mamma e papà e dopo aver letto centinaia di volte Marquez e tutti gli autori sudamericani, ha fondato Reader’s Bench (www.readers-bench.com): un blog letterario ma anche un posto speciale dove parlare di libri. La famiglia poi si é allargata e sono nati Little Readers, dedicato ai piccoli lettori, e Young Writers il blog degli scrittori emergenti. Per ultimo é arrivato Reader’s Bench Magazine, un giornale letterario digitale, in free download, che ha superato le 400 000 visualizzazioni. Vorrebbe lavorare in, su, per, tra, fra i libri.

Utenti online