Blogario

Clara Raimondi

Istanbul, contro la polizia un muro di libri

06062013124509_sm_4248

Ad Istanbul, ormai da giorni, si combatte una vera e propria guerriglia cittadina tra gli studenti che manifestano contro il governo Erdogan.

Condannati come “estremisti” e “sabotatori” e nonostante gli attacchi, spesso violentissimi, della polizia, i ragazzi di Istanbul continuano la loro lotta e lo fanno, così come all’inizio della primavera araba, attraverso i social network.

Impossibilida controllare, nonostante le rappresaglie che hanno portato all’arresto di 24 utenti, i social network rappresentano l’elemento essenziale di aggregazione e condivisione sia all’interno del paese che nei confronti del mondo che guarda attonito le immagini scattate nella capitale turca.

Alcuni manifestanti però non si sono arresi e hanno pensato bene di dar vita ad un’iniziativa unica nel suo genere. Hanno deciso di costruire un muro ma non uno di quelli che separa e divide i popoli come quello di Gaza o quello che per anni, a Berlino, é stato simbolo di guerra e segregazione ma, bensì, un contenitore di parole e speranze.

Con quello che avevano a disposizione, sembra materiale da costruzione, hanno dato vita al “muro di libri” a  Taksim Gezi Park con lo slogan: “Prendete un libro e leggetelo in facciaa un poliziotto”.

Una lezione di libertà e democrazia attraverso uno dei mezzi più potenti che esistono al mondo: un libro.

Blogario

 

6 giugno 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Clara Raimondi

Cresciuta tra le storie inventate da mamma e papà e dopo aver letto centinaia di volte Marquez e tutti gli autori sudamericani, ha fondato Reader’s Bench (www.readers-bench.com): un blog letterario ma anche un posto speciale dove parlare di libri. La famiglia poi si é allargata e sono nati Little Readers, dedicato ai piccoli lettori, e Young Writers il blog degli scrittori emergenti. Per ultimo é arrivato Reader’s Bench Magazine, un giornale letterario digitale, in free download, che ha superato le 400 000 visualizzazioni. Vorrebbe lavorare in, su, per, tra, fra i libri.

Utenti online